Chiese Lametine

Vai ai contenuti

Menu principale:

S.rio Madonna della Spina

Rara Devozione

Santuario della Madonna della Spina

Secondo una tradizione, l’edificio sacro nacque dal ritrovamento fortuito di un affresco raffigurante la Vergine con Bambino sulla parete interna di un rudere: al contadino che trovò il dipinto, la Madonna avrebbe espresso il desiderio che attorno alla sua immagine sorgesse un oratorio.

La piccola chiesa della Madonna della Spina, detta anche di Santa Maria la Bella, è collocata nella parte più alta del quartiere di Bella.

Presenta una facciata semplice con portale ad arco a tutto sesto e al di sopra una finestra: unico elemento decorativo le lesene che rimarcano il timpano.
Sul lato sinistro dell’edificio svetta il campanile a due ordini.

L’interno si sviluppa a navata unica con le pareti ritmate da lesene che formano dei riquadri, all’interno dei quali affiorano resti di affreschi.
Nella fascia al di sopra di un piccolo cornicione sono posti tanti medaglioni nei quali sono dipinti episodi evangelici. Il soffitto è in legno con capriate a vista.

All’entrata, sulla parete destra troneggia l’affresco ritenuto miracoloso della Madonna in trono con il Bambino, di autore ignoto, risalente alla fine del XIII secolo.

La grande devozione ha fatto si che nel 1994 la chiesa della Spina venisse elevata a Santuario Mariano.


Con il contributo di

Ricerca
Torna ai contenuti | Torna al menu